Esami

scheda_esame_A-BGli esami di Teoria si svolgono nelle sedi della Motorizzazione Civile con la nostra assistenza diretta. Sono previste generalmente due sedute d’esame al mese. Per prenotarsi occorre sostenere un pre-esame presso la Scuola. Per superare la prova di Teoria occorre indicare se “vera” o “falsa” ciascuna delle 40 affermazioni che compongono il questionario d’esame . 4 sono gli errori massimi consentiti e 30 i minuti di tempo a disposizione. Su richiesta sono disponibili le traduzioni nelle lingue straniere di uso nazionale, ossia il tedesco e il francese e in caso in cui il candidato sia affetto da disturbo specifico di apprendimento della lettura è possibile chiedere alla prenotazione d’esame, l’ausilio dell’audio con la lettura dei quesiti.
I 40 quesiti di ogni scheda di esame sono estratti da un database di 7140 proposizioni suddivise in 25 argomenti. 30 quesiti sono scelti tra i 15 argomenti più importanti per la sicurezza stradale; i restanti 10 tra gli altri 10 argomenti di valenza minore ai fini della sicurezza. Puoi esercitarti ai quiz attraverso l’apposito link “quiz on line” presente nel menù principale di questo sito.
Gli esami di Guida si svolgono generalmente nella zona d´esercitazione e sono programmati con il proprio istruttore di guida dopo aver svolto le 6 ore di guida obbligatorie. Di seguito la descrizione della nuova modalità degli esami di pratica.

Prova Pratica DI GUIDA per patente di categoria B
La prova pratica di guida si articola in tre fasi:
I FASE: Verifica della capacità del conducente di prepararsi ad una guida sicura.
Il candidato deve essere in grado di prepararsi ad una guida sicura, effettuando le operazioni di cui ai punti da 7.1.1 a 7.1.4, dell’allegato II, lettera B, del decreto legislativo n. 59 del 2011, che di seguito si riportano:
a) regolazione del sedile nella corretta posizione di guida;
b) regolazione degli specchietti retrovisori, delle cinture di sicurezza, dell’eventuale poggiatesta;
c) controllo della chiusura delle porte;
d) controllo, a caso, della condizione di pneumatici, sterzo, freni, livelli (olio motore, liquido di raffreddamento, liquido lavavetri, ecc.), fari, catadiottri, indicatori di direzione e dispositivi di segnalazione acustica.
II FASE: Manovre.
Il candidato deve effettuare alcune manovre, di cui almeno due a marcia indietro, tra quelle di cui ai punti da 7.2.1 a 7.2.4, dell’allegato II, lettera B, del decreto legislativo n. 59 del 2011, che di seguito si riportano:
a) marcia indietro in linea retta o con svolta a destra o a sinistra, mantenendosi nella corretta corsia;
b) inversione del veicolo, ricorrendo sia alla marcia avanti che alla marcia indietro;
c) parcheggio del veicolo ed uscita dallo spazio di parcheggio (allineato, a pettine dritto o obliquo; marcia avanti o indietro; in piano o in pendenza);
d) frenata di precisione rispetto a un punto di arresto predeterminato; l’esecuzione di una frenata di emergenza è facoltativa.
III FASE: Comportamento nel traffico.
Il candidato deve eseguire, in condizioni normali di traffico, in tutta sicurezza ed adottando le opportune precauzioni, le seguenti operazioni di cui ai punti da 7.4.1 a 7.4.9 dell’allegato II, lettera B, del decreto legislativo n. 59 del 2011:
a) partenza da fermo: da un parcheggio, dopo un arresto nel traffico, uscendo da una strada secondaria;
b) guida su strada rettilinea: comportamento nei confronti dei veicoli che provengono dalla direzione opposta, anche in caso di spazio limitato;
c) guida in curva;
d) incroci: affrontare e superare incroci e raccordi;
e) cambiamento di direzione: svolta a destra ed a sinistra; cambiamento di corsia;
f) ingresso/uscita dall’autostrada (o eventuali strade ad essa assimilabili): ingresso mediante corsia di accelerazione; uscita mediante corsia di decelerazione;
g) sorpasso/superamento: sorpasso di altri veicoli (se possibile); superamento di ostacoli (ad esempio vetture posteggiate); essere oggetto di sorpasso da parte di altri veicoli (se del caso);
h) elementi e caratteristiche stradali speciali (se del caso): rotonde; passaggi a livello; fermate di autobus/tram; attraversamenti pedonali; guida su lunghe salite/discese; gallerie;
i) rispetto delle necessarie precauzioni nello scendere dal veicolo.
Il candidato è ammesso a sostenere le prove della II fase e della III fase solo se ha superato rispettivamente quelle della I fase e quelle della II fase. Nello svolgimento delle prove della II e III fase, sul veicolo è presente una persona in qualità di istruttore, alla quale si applicano le disposizioni di cui all’articolo 122 comma 2, CdS, nonché l’esaminatore di cui all’articolo 121 comma 3, dello stesso CdS.

LINEE GUIDA RELATIVE ALLO SVOLGIMENTO DELLA PROVA PRATICA PER CONSEGUIMENTO DELLA PATENTE DI GUIDA DI CATEGORIA A1, A2, A Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Direzione Generale Territoriale Nord Ovest.

In riferimento al DD 20.05.2013 , il candidato deve presentarsi con adeguato abbigliamento tecnico che consiste:

a) casco integrale;

b) guanti;

c) giacca con protezioni dei gomiti e delle spalle;

d) scarpe chiuse;

e) pantaloni lunghi e protezioni delle ginocchia;

Esame di guida patente A1, A2, A: prima fase Il candidato deve essere in grado di effettuare le seguenti operazioni: a) indossare correttamente il casco e l’ulteriore abbigliamento protettivo (guanti, giacca, scarpe, pantaloni e protezioni delle ginocchia); b) effettuare, a caso, un controllo della condizione di pneumatici, freni, sterzo, interruttore di emergenza (se presente), catena, livelli dell’olio, luci, catadiottri, indicatori di direzione e dispositivi di segnalazione acustica. Esame di guida patente A1, A2, A: seconda fase Il candidato sostiene le seguenti manovre: a) mettere il motociclo sul cavalletto e toglierlo dal cavalletto senza l’aiuto del motore, camminando a fianco del veicolo; b) parcheggiare il motociclo sul cavalletto;

Sono previste due prove da sostenere nella stessa giornata:

– prova di abilità da svolgersi in area chiusa (pista generalmente posizionata nelle aree interne agli Uffici)

– prova su strada

Consulta gli schemi dei percorsi prove di abilità

Prima Prova Pista

Seconda Prova Pista

Esame di guida patente A1, A2, A: Prova su strada. In questa fase, per valutare l’idoneità alla guida del candidato, l’esaminatore lo segue a bordo di una autovettura messa a disposizione dal candidato stesso, qualora privatista, ovvero dall’autoscuola. Per impartire le indicazioni relative al percorso l’esaminatore utilizza un sistema di comunicazione audio, verificando che tale sistema sia dotato di vivavoce attivo, sia in chiamata che in ricezione, in modo permanente. L’apparecchio radio è messo a disposizione dall’UMC per i candidati privatisti, mentre le autoscuole provvedono a dotarne i propri allievi. Il candidato deve eseguire, in condizioni normali di traffico, in tutta sicurezza ed adottando le opportune precauzioni, le seguenti operazioni: a) partenza da fermo: da un parcheggio, dopo un arresto nel traffico, uscendo da una strada secondaria b) guida su strada rettilinea: comportamento nei confronti dei veicoli che provengono dalla direzione opposta, anche in caso di spazio limitato); c) guida in curva; d) incroci: affrontare e superare incroci e raccordi; e) cambiamento di direzione: svolta a destra ed a sinistra; cambiamento di corsia; f) ingresso/uscita dall’autostrada (o eventuali strade ad essa assimilabili): ingresso mediante corsia di accelerazione; uscita mediante corsia di decelerazione; g) sorpasso/superamento: sorpasso di altri veicoli (se possibile); superamento di ostacoli (ad esempio vetture posteggiate); essere oggetto di sorpasso da parte di altri veicoli (se del caso); h) elementi e caratteristiche stradali speciali (se del caso):rotonde; passaggi a livello; fermate di autobus/tram; attraversamenti pedonali; guida su lunghe salite/discese; gallerie; i) rispetto delle necessarie precauzioni nello scendere dal veicolo. Prova di guida per l’accesso graduale alla categoria A2 o A Il candidato titolare di patente di categoria A1 o A2, anche speciale, che intende conseguire una patente di guida di categoria A2 o A, anche speciale, deve sostenere solo la prova pratica prevista per la categoria di patente che intende conseguire.

Vorresti fare qualche domanda?